18 novembre 2008

Isradiario5: la pizza e la "tarante"

Come promesso, ecco la ricetta della pizza.

Ingredienti x 2 pizze (2, 3 o 4 persone a seconda del tasso di fame):
- Farina: 1/2 kg
- Lievito: 1 cubetto
- Acqua: un bicchiere, un bicchiere e mezzo, acqua tiepida
- Latte: due o tre dita di latte (tipo 1/4 di bicchiere o giù di lì)
- Sale fino: un cucchiaino bello pieno
- Olio: un cucchiaio
- Strutto: un cucchiaino



Preparare l'impasto:
- Sbriciolate il cubetto di lievito in un bicchiere di acqua tiepida (tiepida, non calda, non bollente!) e lasciatelo lì cinque minuti... Uscite a fumare una sigaretta o simile...
- Al ritorno, cacciate nel robot (non vorrete mica impastare a mano?) il mezzo kilo di farina e aggiungete un cucchiaino di sale. Non esagerate con il sale, almeno le prime volte... ammazza il lievito.
- Alla farina e al sale aggiungete una noce di strutto e un cucchiaio di olio di oliva.
Al posto dello strutto potete anche usare il lardo, ma in quel caso non mettete olio che già il lardo è abbastanza unto di suo!
- Versate l'acqua in cui è sciolto il lievito sulla farina e impastate con il robot. Vi verrà fuori un pastrocchio ancora troppo secco, dalle sembianze poco incoraggianti.
- Aggiungete un po' di latte e continuate ad impastare con il robot.
- Aggiungete acqua finchè non ottenete una pasta morbida e asciutta.
- Attenzione: più fate girare la pasta nel robot più si asciugherà. Se avete aggiunto troppa acqua, invece di buttar dentro altra farina provate a far andare la pasta nel robot per un altro minuto... Più a lungo la farete andare nel robot, meglio lieviterà.
- Una volta terminato l'impasto, prendete la pasta e fatela su a palla, copritela con un velo di farina e mettetela a lievitare in una ciotola coperta da un asciugamano umido.
- Lasciatela lievitare circa 3 o 4 ore.

Surgelare:
- Una volta che l'impasto è lievitato tagliatelo in due pezzi (2 pizze), metteteli in due sacchettini da freezer, chiudeteli bene e surgelateli.
- Quando vorrete mangiarvi la pizza, tirate fuori i sacchettini dal freezer alla mattina, e lasciateli chiusi a scongelare (chiusi, così la pasta non si secca).

Stendere la pizza:
- Ungete lo stampo con un po' di strutto (meglio dell'olio, perchè non fa seccare la pizza sotto).
- Stendete la pizza con le mani.
- Versate un po' d'olio d'oliva sulla pizza, e stendetelo con le mani a coprire tutta la pizza.
- Se possibile, lasciate la pizza coperta da un asciugamano a lievitare di nuovo, circa 1 ora... l'olio dovrebbe evitare che la pasta si secchi, e facendola lievitare di nuovo la pasta verrà più morbida e più alta.
- Prima di cominciare con pomodoro, mozzarella ecc. mettete sulla pizza un altro po' di sale.

Buon appetito!

Ed ora, per la cronaca più recente, eccoci alla "tarante".
La "tarante", in ebraico da strada, è sostanzialmente un catorcio, una macchinaccia, stile subaru baracca.
Lo scorso weekend io e Tamar ci siamo girati un totale di concessionari e venditori d'auto (leggi: ladri di merda) per vedere un po' di sanare la piaga della mancanza di scatolotto dotato di motore e ruote. Dopo mille visite e mille ripensamenti abbiamo votato appunto per una "tarante", pagata la folle cifra di 9000 shekel (quasi 2000 euro).
La cifra è davvero folle per una macchinaccia piccola, un po' rotta e dall'aria davvero precaria, ma alla fine l'ha spuntata la politica della riduzione del danno (economico). Tanto, qui t'inculano anche sull'usato recente e il nuovo è fuori portata... una Panda nuova costa 15.000 euro. Ma vaff...

Comunque, a breve andremo a ritirare la macchina e verranno pubblicate le foto.
Sperando che il flash non faccia staccare il paraurti.

Nessun commento:

Posta un commento