28 dicembre 2008

Tre cose per iniziare

Un breve estratto dal racconto: Tre cose per iniziare




"Aha ahah ahah ahaha
Ahia iaia ia!"
Supergrass


Tre cose che mio padre farà o vorrebbe fare: acquistare un’angoliera d’antiquariato per mia madre, andare a letto presto e pisciare in piedi senza alzare la ciambella. Tre cose che farà mia madre: trovare un oggetto d’antiquariato più costoso o ingombrante dell’angoliera, iscriversi a un corso di yoga, obbligare mio padre a pisciare seduto.
Fare felice qualcuno a volte è meno complicato che cercare di essere felici. Tre cose che farò io questa sera: guardarmi intorno cercando di immaginare come sarà la mia casa, ascoltare i Supergrass, un’altra canna d’erba prima di dormire.
È questo a cui penso ogni mattina appena sveglio: devo trovarmi una casa, devo andarmene da questa soffocante mansarda nella casa dei miei genitori. Non sono così male come compagni d’appartamento: gli universitari in trasferta a Bologna sono ben peggiori per disordine, rumore, distrazioni, invasione degli spazi personali, regole non scritte e standard cui aderire.


[continua...]




"Tutti i sogni che abbiamo imparato" è una raccolta di racconti, ambientati tra Reggio Emilia e Dublino, spaziando tra uffici, centro città, periferie industriali. I racconti sono legati uno all'altro, e tracciano la storia dell'evoluzione - così dichiara il protagonista - di Alex, un quasi trentenne alle prese con amore, lavoro, amicizie. Le diverse storie conservano una loro autonomia, mettendo a fuoco singoli episodi e svolgendosi tra ironia e rabbia, passione e cinismo; tutte però unite infine dalla ricerca di un nucleo, di una sostanza ultima, di un sogno.


La raccolta di racconti può essere acquistata presso Edizioni Creativa - su www.edizionicreativa.it

Nessun commento:

Posta un commento