30 maggio 2009

CattivoGusto3: Ora, io vorrei tornare ma... le multe...

Non nascondo di avere un po' di nostalgia di casa. Mi mancano le persone, le chiacchiere in italiano, certi panorami famigliari, anche il maiale e il grana, le cose semplici...
Di certo, non mi manca tutto questo, una tipica giornata italiana su un tipico giornale italiano:

Il bello del calcio
PISA - Due agenti sono rimasti feriti durante gli scontri tra tifosi pisani e forze dell'ordine al termine della partita tra il Pisa e il Brescia, che ha sancito la retrocessione dei toscani in Lega Pro.
La polizia e i carabinieri, in tenuta antisommossa, hanno risposto con lancio di lacrimogeni ai tifosi che hanno tirato sassi, segnaletica stradale e biciclette contro i mezzi delle forze dell'ordine. Alcuni cassonetti sono stati incendiati.



Il bello della Sardegna
Ghedini: "Parole senza fondamento". "Le dichiarazioni del fotografo Zappadu sono destituite di ogni fondamento", dice Nicolò Ghedini, avvocato del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che preannuncia "iniziative giudiziarie". "Le immagini fotografiche - afferma - ritraggono situazioni di assoluta normalità e non vi erano affatto minorenni, salvo che non si vogliano ricomprendere fra questi i giovanissimi figli del Primo Ministro Ceco, Topolanek e del suo seguito".

Il bello del darsi delle priorità
L'AQUILA - "Per l'estate stiamo organizzando una serie di vacanze nel mare Adriatico e stiamo vedendo anche delle crociere sul Mediterraneo dove intendiamo mandare famiglie intere e ragazzi". E' l'annuncio dato dal premier Silvio Berlusconi, durante il suo tredicesimo sopralluogo all'Aquila, agli sfollati che a causa del sisma hanno perso l'abitazione.

Il bello del giornalismo sempre uguale
ROMA - Intenso ma senza particolari problemi. E' la foto del traffico che in queste ore è in uscita dai grandi centri urbani per il ponte del 2 giugno. Traffico diretto in particolare verso le seconde case o i luoghi di villeggiatura. E' stato riaperto al traffico sul versante altoatesino il passo dello Stelvio, chiuso durante l'inverno. Previsto l'arrivo di turisti dalla Svizzera, Austria, Germania e Francia, per la festività della Pentecoste. Dal punto di vista meteo non sarà, probabilmente, un vero assaggio d'estate. In totale si sposteranno circa sei milioni di persone

Il bello del dire sempre quel cazzo che ti pare
REGGIO EMILIA - Umberto Bossi scatenato contro Casini e l'Udc: "Casini è un pirla", è stato il lapidario commento del leader della Lega Nord a Reggio Emilia, quando gli hanno riferito un giudizio sul governo dell'ex-presidente della Camera. Casini, infatti, aveva detto che, mentre "Berlusconi chiacchiera, la Lega comanda".

Il bello dei cervelli semplici semplici
L'ITALIA è una repubblica fondata sulle multe. Dove gli enti locali, strozzati dai taglio dei trasferimenti statali e dall'addio all'Ici, hanno deciso di tappare i buchi di bilancio a colpi di verbali sotto i tergicristalli delle auto. Dal 2000 ad oggi gli accertamenti sono quasi triplicati, passando da 750 milioni di euro a oltre 2 miliardi l'anno. I Comuni, a corto di quattrini, hanno moltiplicato il loro arsenale offensivo: dispiegando centinaia di inflessibili ausiliari del traffico, posizionando migliaia di occhi elettronici a presidio delle zone a traffico limitato (ztl) e utilizzando come bancomat fai-da-te gli autovelox. Risultato: piovono multe.

Le ZTL, sono d'accordo, certe volte sembrano quasi muoversi, lentamente, per circondarti. Ricordate quel vecchio film horror, "The Cube"? Non le ritrovi mai allo stesso posto, e vigliacco se le segnalano in maniera chiara...

Per arrivare nel centro storico in macchina ti devi fare dieci chilometri di sensi unici e zig-zag tra zone pedonali e zone a traffico limitato, quando in linea d'aria erano solo due. E dopo aver fatto un po' di sano shopping e una rinfrescante sosta all'aperitivo, ti ritrovi la macchina circondata da ZTL - le hanno spostate mentre eri via? Come esci adesso? Cazzo fai, abbandoni la macchina? La vendi a un passante con il permesso di circolazione in centro storico? La fai brillare con la dinamite?

Però alla fine ti dovrebbe venire da chiederti anche: va bene che i Comuni voglion solo far cassa, va bene che le ZTL sembrano delle trappole, va bene che le multe di solito non educano e puniscono apparentemente a caso e ti beccano quell'unica volta che...

Ma sei sicuro? Che fosse proprio l'unica cazzo di volta?

Perché sei sempre il solito, tu, che fai la media di quanto spendono gli automobilisti all'anno in multe... Pagala, la cazzo di multa, sei hai fatto una stronzata, hai fatto il bello, lo sbruffone, il figo, il deficiente. Pagala, la cazzo di multa, anche se ti sei soltanto sbagliato. Il gioco funziona così.

Pagala, la cazzo di multa, che quando vedi uno parcheggiato in doppia fila gli molli un canchero, e bestemmi dietro ai SUV che ti sorpassano a destra in autostrada. Perché il sussulto da diligente alunno di educazione civica non ti coglie mai quando la puttanata la fai tu? La tua è sempre la prima volta?

Pagala, la cazzo di multa, e non azzardarti a paragonarla a una tassa. Non azzardarti a chiamarla "una mini-finanziaria occulta a carico degli automobilisti", perché siamo tutti automobilisti, qui. Gli automobilisti mica debbono rientrare di diritto nelle categorie protette. E la multa, non è come il bollo, che lo paghi indipendentemente dal numero di chilometri che fai. Le multe le paghi di solito in proporzione, più o meno diretta, alle cazzate. E stai zitto, col cazzo che è occulta, sono anni, anni che i giornali pubblicano articoli così. Adesso, se hai la patente e la quinta elementare, dovresti averla capita la storia.

Sai cos'è che ti rode davvero il culo, secondo me? E' che davvero ti piace, fare il galletto in macchina, e come a tutti i bulletti ti girano i coglioni quando trovi un bullo più bullo di te. Tutto qui. Ti rode il culo che ti cavino l'impunità. Paga la tua cazzo di multa, e ringrazia che c'hai i soldi per comprare una macchina in grado di superare i limiti di velocità.

Paga la tua cazzo di multa. Saranno anni che io non ne prendo. Ti svelerò un segreto: vicino al centro storico, c'è un parcheggio scambiatore, e c'è un minibus che ti porta dove cazzo vuoi. Parcheggia pure là, la macchina; c'è quasi sempre posto.

Nessun commento:

Posta un commento