11 ottobre 2010

I missionari della libertà del Pdl

Berlusconi manderà i suoi missionari - o più precisamente, i membri dei Club della Libertà - di casa in casa.
Il porta a porta della libertà.

(Nota a margine: causa difficoltà nel definirla con esattezza, e con un certo timore di sminuirne il concetto, io ho smesso di usare il termine libertà in leggerezza all'età di diciott'anni... E di certo, intorno ai quindici ho smesso di scriverla con la L maiuscola. Mah...) 


Un idea per fermarli: quando suoneranno alla vostra porta, invece di scacciarli come si fa con i testimoni di Geova, fateli entrare.

Sì, fateli entrare, fateli accomodare. Fateli parlare, presentatevi come elettori moderati, indecisi. Lasciate che intravedano uno spiraglio.

Cercate di seminare voi, il dubbio... lentamente, subdolamente. Fategli lo sgambetto sulle piccolezze, fateli sentire impreparati, confondeteli. Non aggrediteli, non accusateli. Mai! Usate sempre e solo il buon senso. Anche se siete quelli che scrivono le battute a Beppe Grillo, o fan sfegatati di Travaglio, andateci piano. Pianissimo.
Fategli credere che avete bisogno di loro, per decidere cosa votare. Fategli credere che non volete propaganda, volete fatti concreti, volete essere aiutati a decidere con cognizione.
Attenzione, l'obiettivo non è convincere loro a non votare Berlusconi. Molto probabilmente sarà impossibile.
Quel che è importante è che gli facciate perdere tempo.
Sì, fategli perdere tempo. Chiedete loro di procurarvi del materiale. Chiedete altro materiale, altre copie di volantini e riviste.
Ogni minuto passato con voi, è un minuto in cui li terrete lontani dagli altri. Ogni pezzo di carta dato a voi, è un rifiuto tolto dalle mani di un altro.





Usate la fantasia... quando non ne potete proprio più, ditegli che volete riflettere, documentarvi, leggere il materiale che vi hanno lasciato. Prendete appuntamento, per il giorno o la settimana dopo.
Non sbilanciatevi mai, fateli sentire a un passo dal conquistare un voto, ma non dategli mai la certezza. Teneteli sempre lì, sull'orlo dell'orgasmo politico dell'avervi convertiti.
Esagerate: chiedete materiale per i vostri amici. Chiedete loro il numero di telefono, chiamateli e fingete di aver esaurito il credito - fatevi richiamare. Se siete vicini di casa, andate a trovarli a ora di cena, interrompeteli mentre mangiano con la famiglia, chiedete chiarimenti su un punto controverso. Lasciate che la loro dolce metà tragga le sue conclusioni su chi ha sposato.
Ricordate: voi avete gli anticorpi - bevetevi questo veleno perché non possa intossicare altri.
Noi, noi siamo più numerosi di loro! Possiamo farlo, neutralizzarli.



E ora il grande quesito: quale regione riuscirà a rimanere immune dal virus?

Nessun commento:

Posta un commento