03 gennaio 2011

Le correzioni

Franzen Jonathan - Le correzioni


In breve: il libro segue le storie intrecciate dei cinque componenti di una famiglia del Midwest: il padre Alfred, in pensione, l'apprensiva madre Enid, e i tre figli: Gary (dirigente di banca), Chip (professore in disgrazia, licenziato per aver avuto una relazione con una sua alunna) e Denise (chef di successo, e con un talento speciale per le relazioni sbagliate).

Cosa c'è di bello: è un libro molto lungo, dove il punto di vista si sposta sui vari personaggi, ma nonostante la lunghezza rimane sempre in tensione. E' ricco di particolari, e calibrato con grande attenzione. I personaggi hanno uno spessore notevole, nei loro pregi e nei loro difetti: alla fine si ha la sensazione di conoscerli davvero intimamente, si è partecipi delle loro vicende, si simpatizza, ci si arrabbia, ci si commuove.

Cosa c'è di brutto: io, onestamente, non ci ho trovato nulla... a voler essere pignoli, certe volte la dovizia di particolari può risultare un po' stucchevole, ma in realtà è un grande affresco dove ogni pagina ha il suo peso e il suo posto.

Giudizio finale: non fa sconti, ed è un vero gioiello. Da leggere, assolutamente. Come ho fatto a perdermelo, fino ad ora? (E' uscito nel 2001.) Grazie a Bolo per avermelo raccomandato!

Voto: 9/10

Nessun commento:

Posta un commento